Lun - Gio: 8:30 - 13:00 / 14:00 - 19:00 Venerdì: 8:30 - 18:00
0423.302275 Via Schiavonesca Priula 72, 31044 Montebelluna
Open hours: Lun - Gio: 8:30 - 13:00 / 14:00 - 19:00 Venerdì: 8:30 - 18:00
Le faccette dentali
CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Le faccette dentali sono ingegnosi restauri estetici applicati dal medico sulla superficie esterna dei denti per migliorarne l’aspetto o per riempire gli spazzi che si vengono a creare tra due denti contigui. Si possono paragonare in un certo senso ad una sorta di protesi, sono fatte di sottili lamine in ceramica o porcellana da cementare sui denti esteticamente imperfetti. Viene utilizzato lo stesso principio delle unghie finte, in quanto vengono “incollate” saldamente sulla superficie esterna dei denti per renderli esteticamente migliori.

I restauri con le faccette dentali, conosciute anche come faccette estetiche o veneers, hanno lo scopo principale di correggere l’aspetto di un dente ed ottenere un sorriso immacolato, candido e privo d’imperfezioni strutturali. Migliorano l’aspetto estetico del proprio sorriso, nascondendo i vari difetti legati ad esempio alla forma, al colore o anche alla posizione dei denti.

Quando è consigliato ricorrere a questo trattamento?

Di solito vengono utilizzate per mascherare tutti i difetti presenti sui nostri denti e ottenere così un sorriso perfetto. Inoltre, l’applicazione delle faccette è consigliata anche per correggere diverse funzioni dentali compromesse da difetti congeniti. Le placchette possono apportare benefici anche nella funzione masticatoria, nei casi in cui il soggetto abbia uno o più denti storti e non riesce ad eseguire una masticazione efficiente. Altri benefici che queste lamine portano sono:

Sbiancamento dei denti, in quanto verranno mascherate le macchie una volta coperti i denti;

– Denti più splendenti per un lungo periodo

– Possibilità di allungare uno più denti che nel corso degli anni si consumano a causa dell’età o del bruxismo

– “Aggiustare” un dente scheggiato

– donare allo smalto dei denti la lucidità che ha perso nel corso degli anni a causa di cibo, del fumo e di bevande come ad esempio il caffè.

Inoltre le faccette dentali possono aiutare a migliorare il proprio sorriso nel caso in cui il paziente ha una dentatura con diversi problemi come ad esempio:

– discromie, ovvero delle macchie permanenti che non possono essere eliminate con lo sbancamento professionale;

– diastemi, dove vengono applicate delle faccette più grandi per riempire gli spazi vuoti tra i denti

– anomalie legate alla forma del dente o nel caso in cui è bisogno cambiare la forma del dente

– difetti sullo smalto

– denti disallineati, che possono essere corretti con faccette, senza dover necessariamente ricorrere all’apparecchio per denti.

Le faccette dentali sono di diversi tipi. In genere troviamo faccette di diverso spessore e materiale in base al tipo di risultato che si vuole ottenere e al tipo di problema da risolvere. Solitamente, lo spessore di una singola faccetta va dai 0.3 mm fino a 0.7 mm, e la dimensione deve corrispondere esattamente a quella del dente su cui verrà applicata. Come ogni cosa realizzata in ceramica o in porcellana, anche queste lamine sono altamente fragili. In base alle esigenze di ogni paziente e in base ai risultati che vuole ottenere il dottore opterà per la soluzione più adatta.

Come avviene l’intervento?

Solitamente l’installazione si effettua in 2 sedute:

– Nella prima seduta, il dentista effettua la limatura del dente, misura l’impronta del dente e sceglie il colore più adatto al tipo di dentatura. È molto importante preparare il singolo dente per l’intervento, ovvero limare una porzione dello smalto dentale. Il dentista rimuoverà la giusta quantità di smalto che corrisponde allo spessore della faccetta in modo da favorire così il fissaggio di quest’ultima sul dente. Questa operazione di solito si effettua con anestesia locale, ma anche senza in quanto la limatura del dente non è molto dolorosa. A questo punto si effettua l’impronta dentale su cui verranno effettuati studi e misure per creare una faccetta delle giuste dimensioni. Infine utilizzando una scala di colori, il medico seleziona il colore più adatto alla dentatura del paziente in modo da rendere i denti omogenei tra loro.
– Nella seconda seduta, invece si effettua l’applicazione vera e propria della faccetta sul dente o sui denti interessati. Prima di fissare definitivamente la lamina, questa viene testata sul paziente per avere la certezza che sia del giusto colore e della giusta misura. Quando la faccetta risulta adeguata al tipo di dentatura del paziente si procede alla cementazione.

La durata del trattamento si aggira intorno ai 10 anni, quindi l’effetto delle faccette non è per sempre e il paziente dovrà sostituire la fascetta quando il dentista lo riterrà opportuno.

Molto importante è anche la manutenzione delle faccette dentali. Non è molto impegnativa ma bisogna comunque seguire delle indicazioni per prolungare l’integrità delle lamine nel tempo:

– per esempio non masticare cibi troppo duri come il torrone, il ghiaccio o altri cibi che potrebbero scheggiare la lamina durante la masticazione;

– evitare di “mordere” le unghie, penne o qualsiasi altro materiale che potrebbe rovinare le lamine;

– effettuare la pulizia dei denti almeno 3 volte al giorno, strofinando bene anche i denti con le lamine per evitare l’accumulo di tartaro e placca.

– effettuare una pulizia dentale professionale dal dentista una volta ogni 6 – 12 mesi;
– evitare assolutamente il fumo, le faccette potrebbero macchiarsi e rovinarsi e quindi il lavoro risulterebbe vano;
– limitare le bibite e gli alimenti che potrebbero macchiare i denti come il caffè, il tè, o il vino che intaccano il colore delle lamine.

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *